Bed and breakfast Antico Casale

Clicca qui per modificare il sottotitolo

Blog

SPELLO...città dei fiori

Pubblicato il 09 giugno 2020 alle 09.25

 

Spello è conosciuta per i magnifici e caratteristici vicoli, ma soprattutto per le magnifiche Infiorate, composizioni floreali create ogni anno in occasione del Corpus Domini, tra Maggio e Giugno. 

Ogni anno le strade del borgo medioevale si trasformano in un meraviglioso, spettacolare, immenso tappeto di fiori che supera 1,5 km. Le vie del centro vengono decorate da quadri di arte sacra composti con petali di fiori, un evento unico per il turismo religioso che ha trasformato Spello nella “capitale dei fiori”.

Dei quadri di petali e fiori che sono delle vere e proprie opere d'arte, realizzate da artisti e abitanti del borgo, in collaborazione con i tanti turisti che si recano a Spello per partecipare a questo evento unico e ammirare quadri e decorazioni floreali.

 

Ma Spello è un borgo incantevole da visitare tutto l'anno, difatti da parte dei Borghi più Belli d'Italia https://borghipiubelliditalia.it/borgo/spello/" target="_blank">http://https://borghipiubelliditalia.it/borgo/spello/

 Se non riuscite ad essere a Spello per questo evento, potete comunque immergervi completamente nelle bellezze del borgo in ogni momento, alla scoperta dei suoi vicoli addobbati e fioriti nel corso di tutto l'anno.

 Vi suggeriamo di prendere parte al tour "Spello di Vicolo in Vicolo" organizzato da Sistema Museo: con questo speciale itinerario di trekking urbano potrete ammirare affacci panoramici, beni artistici e monumentali, vicoli silenziosi e romantici i cui muri, dall'armonico insieme di bianco e rose delle pietre del Subasio, trasudano secoli di storia. La visita guidata si tiene tutte le domeniche con partenza alle ore 11:30 e ha una durata di 1:30 circa.

Il Museo è allestito nel Palazzo dei Canonici (XVI sec.), e conserva importanti opere d'arte, tra cui la Madonna in trono con il Bambino, scultura lignea policroma. 

 Notevole è anche Villa Costanzi, meglio conosciuta come Villa Fidelia: creata sulle rovine di un santuario romano, presenta una struttura a terrazzamenti e fu voluta dalla famiglia Urbani nel Cinquecento. Oltre ad ospitare ogni anno eventi culturali e concerti di qualità racchiude al suo interno uno splendido parco con alberi secolari e un palazzo settecentesco in cui è allestita una mostra dedicata ad artisti contemporanei come Tamburi, Guttuso, Mangù e Ligabue ed un’ altra dedicata ad artisti classici come Tiziano, Carracci e Fattori.



Categorie: Escursioni giornaliere in Umbria

Pubblica un commento

Attenzione.

Oops, you forgot something.

Attenzione.

Le parole inserite non corrispondono al testo fornito. Riprova.

0 commenti